Di solito, a Berlevaag, nessuno parlava molto mentre mangiava.
Ma quella sera, non si sa come, le lingue s'erano sciolte.
(K. Blixen, Il pranzo di Babette)



Cibo è identità e relazione.
E' espressione di sé, veicolo per un viaggio nelle emozioni più profonde, ma anche spazio di condivisione, apertura al rapporto con gli altri e con lo spazio pubblico della polis.
Da sempre le donne hanno pensato e proposto il cibo in queste valenze.
Un percorso di lettura di esempi di espressione artistica delle donne: nature morte, installazioni e performances di artiste contemporanee.
Un viaggio alla scoperta delle valenze simboliche che il cibo assume nella scrittura di alcune autrici di lingua italiana, inglese, spagnola. Cibo come identità, rifiuto, eros, memoria, comunicazione, gioia.
L'idea di uno spazio polifunzionale, improntato ai principi della bioclimatica, dove si uniscano il piacere del cibo e quello della cultura. Un luogo di convivialità e condivisione. Un progetto per un territorio troppo spesso aggredito dagli stereotipi della cultura di massa.... [versione inglese]